da commessa disperata a cliente infuriata.

Primo giorno di saldi. Sono da Mango, mi aggiro tra l’enorme quantità di abiti al 50%. Il Parasido della shopper maniaco compulsiva. In lontananza sento una donna che si accanisce sulla povera responsabile del negozio:

 

“Comunque siete dei ladri, ieri le cose erano in promozione al 40% e oggi me le mettete al 50?”

“Signora, guardi, i saldi iniziano ufficialmente oggi. Cosa dovrebbero dire le signore che hanno comprato al 20%? Lei è stata fort…”

“Fortunata un cazzo! Io adesso chiamo l’associazione consumatori perché siete dei truffatori!”

 

Chiami, chiami, signora. Si faccia dare della pirla anche da loro, visto che aveva fretta di comprare il giorno prima dei saldi.

 

Annunci

metti la cera, togli la cera

un signore fa una sim nuova.

io specifico:

“Paga 15 euro, ha già 10 euro di ricarica dentro.”

“ah perfetto, ho già 10 euro dentro. ottimo, quindi ti devo 15 in tutto.”

….uhm. che strano, ha capito al volo? di solito litigo con l’emisfero destro di ogni cliente per far capire che 15 è il totale e i 10 sono già dentro. troppo strano.

“senta signorina, facciamo così, me ne metta altri 10 di ricarica dentro”

noto che butta sul bancone solo 20 euro. ma se paghi 15 e mi dici aggiungine 10, se la matematica non è relativa…

“ah perfetto, allora in totale paga 25”

“ma perchè 25? ho 10 di ricarica ti ho detto mettine altri 10 pago 20”

ecco, un altro mostro che abbandona i 5 per strada.

devo fare una pubblicità con il signor Siffredi per farti capire di non lasciarli soli questi poveri 5?

 

hqdefault

a gratis??

“qualcosa in comodato d’uso gratis?”

“deve fare un abbonamento, il telefono però lo paga un tot al mese”

“non ci siamo capiti. voglio minuti internet messaggi e telefono a zero. forse non ti sei accorta ma la concorrenza è spietata fa cose allettantissime e voi proprio non ci siete.”

“certo, farà condizioni allettanti, ma il telefono lo paga anche con loro”

“essi, dimmi che cosa fanno allora”

“guardi, non conosco le offerte degli altri gestori, ma le dico che ci sono clausole molto vincolanti.”

“ah quindi lei mi dice che devo leggere le cose quando firmo?”

“no, le sto dicendo che lei mi può dire che sono allettanti le offerte telefono gratis per sempre, ma bisogna essere consapevoli sempre di ciò che si fa e si dice nella vita.”

“ah, mi stai dicendo allora che nessuno al mondo regala niente???”

 

 

quindi fa 3.

“la chiavetta costa 29 euro poi la ricarica la faccio a parte vero?”

oddio, una cliente intelligente?

no, non farti ingannare, ha una longuette che proviene direttamente dagli anni 90.

“si, la ricarica che deve aggiungere sarà di 15 euro. l’offerta per internet le costa 12 euro quindi il primo mese è pagato.”

“no scusi non capisco. perchè 12”

“l’offerta costa 12 euro al mese. se vuole internet paga 12 euro al mese”

questa inizia ad alterarsi

“e allora mi spieghi perchè 15”

“perchè deve fare una ricarica, e dai 15 ne tolgono 12”

“ma allora pago 3 scusi”

“ehm. no. paga 15 e da quei 15 tolgono 12.”

“e allora pago 15 più 12 e fammi capire no eh! ma quanto mi costa!!”

 

probabilmente ti costa meno farti impiantare un cervello.

no voglio spendere di più

“voglio un numero solo per chiamare”

“le consiglio: questa offerta ha minuti sms e internet a 7 euro, se fa il numero nuovo solo con i minuti spende 9,50 euro. le conviene attivare questa scontata”

“ma io non ho il telefono con internet” scocciato

“si, io glielo dicevo solo per farla risparmiare”

“ma io le ho detto e internet non lo voglio”

“allora sono 9,50”

“e i messaggi?”

“li paga, 12 centesimi l’1”

“cioè mi obblighi a fare internet o fare niente?”

“nessuno la obbliga a far niente”

“si ma ti ho detto ce internet non lo voglio”

 

e allora paga di più! fai girare l’economia, diamine!