metti la cera, togli la cera

un signore fa una sim nuova.

io specifico:

“Paga 15 euro, ha già 10 euro di ricarica dentro.”

“ah perfetto, ho già 10 euro dentro. ottimo, quindi ti devo 15 in tutto.”

….uhm. che strano, ha capito al volo? di solito litigo con l’emisfero destro di ogni cliente per far capire che 15 è il totale e i 10 sono già dentro. troppo strano.

“senta signorina, facciamo così, me ne metta altri 10 di ricarica dentro”

noto che butta sul bancone solo 20 euro. ma se paghi 15 e mi dici aggiungine 10, se la matematica non è relativa…

“ah perfetto, allora in totale paga 25”

“ma perchè 25? ho 10 di ricarica ti ho detto mettine altri 10 pago 20”

ecco, un altro mostro che abbandona i 5 per strada.

devo fare una pubblicità con il signor Siffredi per farti capire di non lasciarli soli questi poveri 5?

 

hqdefault

Annunci

telefoni che spariscono

“scusi, prima c’era un cellulare bianco. adesso non c’è più. “

“ehm…”

“era messi qui non lo vedo più. un pò di mesi fa”

“se non lo vede, non c’è”

“eh!!! ma io sono venuta fino qui per niente allora???”

 

 

eh sì, sapevamo che sarebbe tornata e li abbiamo venduti tutti per dispetto. perchè siamo sadici dentro.

e nei supermercati?

“guardi io ho visto, da quando non ho più il vostro gestore non so se è il telefono o la nuova scheda ma le dico. non mi prende mica. cioè con il vostro quando andavo  al supermercato, mi prendeva in tutti i supermercati. questo no, secondo me è proprio che questi non prendono nei supermercati”

 

 

ciao, siamo l’unico gestore che ti permette di fare la spesa e chiamare quando ti dimentichi la lista a casa. gli altri no eh.

42

un cliente, che non è propriamente simpatico ma evidentemente si sente tale, viene spesso in negozio da noi a lanciare dichiarazioni del cazzo.

una volta, giusto per raccontarvelo, è entrato chiedendo una ricarica vodafone e alla mia risposta “ehm” si gira verso il collega e gli dice “beh lei proprio non ce l’ha il senso dell’umorismo eh??”

no ciccio, ce l’ho, ma tu a quanto pare rientri nella categoria del cliente simpatico guascone che pensa di essere l’unico a fare questo livello di battute.

beh insomma. ieri arriva in negozio, nel momento in cui un nostro conoscente cui stava chiedendo cosa per il suo telefono.

“ciao, dimmi!”

“dimmi che cosa?”

“….quello che vuoi. o passavi solo a fare un saluto o vuoi qualcosa, in quel caso, DIMMI!”

“posso dirti quello che voglio?”

“…nel limite della legalità sì”

“uhm. ok. perchè lui è basso?”

mi chiede puntando il dito verso il conoscente, che lo guarda malissimo.

“ehm. devi chiedermi questo?”

“si, perchè lui è basso? la sai la risposta? mi dici la risposta a questi quesiti? la sai?”

fa allontanandosi, perchè il conoscente e il collega iniziano a guardarlo veramente male

al che io:

“sì, la risposta è QUARANTADUE!!”

lui, sempre più lontano, corruga la fronte:

“quarantadue?”

“sì, volevi la risposta? questa è la risposta alla vita, l’universo e tutto quanto. QUARANTADUE.”

 

e torna a ripetermi che non ho senso dell’umorismo, tu che fai il figo e non conosci manco queste citazioni.

 

digitale

“un telefono digitale. senza internet.”

“scusi?”

“un digitale.”

“…ehm. ”

“ma si quelli normali senza internet.”

io capisco che vuole un telefonino normale,nel senso di : a prova di imbecille quale sono, dammi una roba che abbia solo 9 tasti e due bei pulsantoni per chiamare.

“guardi signora, i telefoni senza internet sono questi qui.”

li guarda.

“eh ma non sono digitali!”

il marito interviene dicendo:

“eh lo vuole tuschcriiiiiiin”

ah ecco: digitale, quanta forbita arguzia dietro l’utilizzo di questo termine.

“guardi, sono tutti questi.”

“si ma digitale dov’è?”

minchia, sono tutti piatti come il tuo sedere, ma li vedi?

“signora, dove vede dei tasti hanno i tasti, dove non vede dei tasti sono digitali!”

vi assicuro. è uscita che non era convinta di aver visto un telefono digitale.

magari può provare con quelli a pellicola.

numero di telefono, questa domanda atroce

“per fare il cambio piano mi serve il suo numero di cellulare”

“allora asterisco 1 2 3 asterisco 10…”

“….no signora quello è il codice dei minuti. il suo numero di cellulare”

“numero? il numero è quello dei minuti”

“signora, il suo numero di telefono”

“eh. questo qui”

e mi sbatte in faccia il codice per sapere i minuti.

“signora, il numero, quello con cui telefona”

“Eh, il codice minuti no??”

 

 

ma sono l’unica a pensare che nel 2013 “numero di cellulare” abbia un significato logico nel vocabolario italiano?

carabinieri

“possibile che faccio il numero di mio figlio e mi rispondono i carabinieri?”

“…signore. magari sta digitando il numero male??”

“no, succede solo con lui! chiamo e rispondono i carabinieri. mi dica perchè!!!”

 

perchè suo figlio è il più grande narcotrafficante d’Italia e ora i carabinieri intercettano le sue chiamate dicendo: “centrale dei carabinieri”. è sicuramente per quello.

Continua a leggere